Più conosciuta come simbolo della festa di Halloween, meno per le sue tante proprietà benefiche, la zucca è un vero e proprio alleato della salute.     

La zucca appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed è originaria dell’America Centrale.  Bizzarro per la forma e caratteristico per il colore della sua polpa, arancione o giallo brillante, questo ortaggio è ricco di beta-carotene, precursore della vitamina A, proteine, fibre e minerali, tutte sostanze indispensabili per il nostro organismo. La zucca è fonte di benessere: protegge il cuore, contrasta diabete e ipertensione, fa bene agli occhi e favorisce il sonno.
 
> Salva-cuore per eccellenza
Uno studio pubblicato su Food & Function, rivista ufficiale della Royal Society of Chemistry ha valutato le proprietà della zucca, dimostrando in particolare gli effetti positivi sull’attività cardiaca. La ricerca dell’associazione britannica che studia il rapporto tra chimica e cibo,  si basa su un esperimento realizzato su soggetti cavia alimentati con zucca, grigliata o liofilizzata per 30 giorni. In contemporanea i loro cuori sono stati monitorati per un mese. I risultati? E’ aumentata la funzione ventricolare sinistra: questo vuol dire che si è verificata una riduzione della gravità dell’attacco di cuore.
Della zucca non si butta niente, nemmeno i semi che possono essere consumati, dopo la tostatura, in quanto contengono nutrienti importanti come la lecitina, la tiroxina, il fosforo e le vitamine A e del gruppo B, fondamentali per il controllo dell’ipertensione arteriosa.
 
> Aiuta a prevenire il diabete
La zucca è un tipo di verdura  povera di zuccheri e a basso contenuto calorico: il suo apporto è pari a 17 calorie ogni cento grammi di polpa. Possiede proprietà antidiabetiche e antipertensive, come rileva uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori dell'Università del Massachusetts e pubblicato sul "Journal of Medicinal Food". I ricercatori americani hanno sottoposto un gruppo di persone affette da diabete e obesità ad un test alimentare basato su una dieta ricca di mais, fagioli e zucca. Al termine dell’indagine, durata circa due settimane, gli studiosi hanno riscontrato un miglioramento delle condizioni di salute del gruppo di riferimento. In particolare la zucca ha offerto un buon equilibrio della glicemia, influendo sul metabolismo degli zuccheri, tanto che altri studi sperimentali stanno ipotizzando un suo impiego ufficiale nel trattamento del diabete.
 
> Protegge gli occhi
Gustosa e saporita, è uno dei vegetali più amati dell’autunno. Ma la zucca non è solo buona, fa bene alla vista. Contiene luteina e zeaxantina, i principali carotenoidi che aiutano a prevenire la degenerazione maculare dell’occhio. Uno studio pubblicato su Archives of Ophthalmology (rivista americana di oculistica) ha seguito oltre 35.000 donne per una media di 10 anni. Quelle con la più alta quantità di questi due pigmenti nella propria dieta (6.716 microgrammi al giorno) avevano un rischio del 18% inferiore di cataratta rispetto a quelle che ne avevano un livello più basso (1.177 microgrammi al giorno).
 
> Combatte lo stress e favorisce il sonno
Ricca di triptofano, un aminoacido precursore della serotonina, la zucca può avere un effetto benefico sul sonno e migliorare i problemi di insonnia. Aiuta anche gli scompensi ormonali, in particolare in periodi delicati quali adolescenza e menopausa.
 
> Un buon antinfiammatorio
Se centrifugata la polpa di zucca produce un succo giallo/arancione che può essere  consumato come bevanda contro l’acidità dello stomaco e può essere usato come coadiuvante nelle gastriti: è inoltre indicato nella prevenzione e cura delle parassitosi intestinali. Il betacarotene– presente in grande quantità come dimostra il colore del vegetale – contrasta i radicali liberi, agisce come potente antinfiammatorio. Dalla polpa si ottengono anche unguenti lenitivi in caso di scottature e infiammazioni della pelle.