Ridurre zuccheri e carboidrati: i consigli della nutrizionista dott.ssa Paola Cais per affrontare la giornata con le energie giuste
 
Iniziare la giornata con una colazione sana è importante: non è più soltanto uno slogan pubblicitario, ma un suggerimento utile per migliorare il regime alimentare e insieme il nostro organismo. Lo abbiamo sentito ripetere centinaia di volte dalle nostre mamme o dalle nostre nonne quando eravamo bambini. Eppure ancora oggi, nonostante le ricerche scientifiche abbiano ampiamente dimostrato l’importanza della prima colazione, molte persone sottovalutano questo pasto e, soprattutto, non sanno cosa sia meglio mangiare per iniziare la giornata con il piede giusto.
 
Per la dott.ssa Paola Cais, biologa e nutrizionista di Clinica Santa Caterina da Siena di Torino, non esiste una colazione perfetta per tutti. Snack e caffè consumati di fretta non fanno bene: non forniscono al corpo tutte le energie necessarie per affrontare la giornata. “Le discriminanti principali sono sicuramente lo stile di vita e il lavoro che si svolge – spiega la nutrizionista - la colazione ideale di uno studente adolescente è diversa da quella di un operaio, di un pensionato o di un impiegato. In tutti i casi fare una prima colazione ben bilanciata tra carboidrati, proteine e grassi, ha una potente funzione di attivazione del metabolismo”.
 
Questo vuol dire che è sbagliato mangiare solo biscotti o fette biscottate con miele o marmellata o brioches e una tazza di thè. “Gli zuccheri che si formano dalla digestione dei carboidrati passano direttamente nel sangue, aumentando la glicemia – aggiunge la dott.ssa Cais - un eccesso di zucchero nel sangue provoca una sovrapproduzione di insulina che trasforma in grasso gli zuccheri in eccesso, presenti nel sangue. E dopo un paio d’ore abbiamo di nuovo fame e voglia di dolci”.
Al contrario una colazione bilanciata aiuta proprio ad evitare questi sbalzi di glicemia e ad arrivare all’ora di pranzo meno affamati.
 
Allora come potrebbe essere una colazione “tipo”?
Ecco gli ingredienti suggeriti dalla dott.ssa Cais: “Un frutto fresco di stagione o una spremuta di agrumi seguiti da uno yogurt di latte vaccino o di soia, naturale e non zuccherato, nel quale aggiungere due cucchiai di mix di fiocchi di cereali integrali misti e qualche nocciola o mandorla (non piu’ di 10 grammi) e per concludere una tazza di the verde o di caffè lungo”.